Camicia
ARCHIVIO NEWS

I TESORI DEL MUSEO IN GIRO PER IL MONDO

Il National Museum of China di Pechino, il Museo del Prado di Madrid e la Galleria Nazionale delle Marche di Urbino. Queste le sedi di tre importanti mostre sul Rinascimento di prossima apertura che vedono la collaborazione del Museo  attraverso il prestito di alcuni inestimabili tesori provenienti dalle collezioni storiche.

Finding a homeland at the end of the world è il titolo della mostra in corso presso il National Museum of China di Pechino che mette in luce gli scambi culturali tra Cina ed Europa dal periodo Medievale al Rinascimento. Il Museo del Tessuto sarà presente in mostra con tre tessuti tardo medievali di manifattura italiana – caratterizzati da motivi decorativi che riportano simbologie estremorientali – che dialogheranno con porcellane, documenti, statue e dipinti per illustrare le contaminazioni culturali generatesi in questi secoli che hanno contribuito ad avvicinare continenti così lontani.

Il 18 giugno inaugura la grande mostra su Lorenzo Lotto al Museo del Prado di Madrid, in collaborazione con la National Gallery di Londra. Il Museo sarà presente con una rara camicia maschile del Cinquecento che viene connessa a due dipinti del grande pittore veneziano, il Ritratto dei coniugi Casotti (1523) del Museo del Prado e il Ritratto di coniugi del Museo Hermitage (1524). La camicia è uno degli oggetti più preziosi del Museo del Tessuto e al mondo se ne conoscono pochissimi esemplari.

La Galleria Nazionale delle Marche ad Urbino presenta invece dal 21 giugno la mostra Il Montefeltro e l’OrienteLa mostra vuole restituire lo splendore del Palazzo Ducale urbinate al tempo di Federico da Montefeltro e dei suoi primi eredi Della Rovere agli inizi del Cinquecento. La mostra presenta un focus eccezionale sugli arredi tessili – arazzi, tappeti, tessuti – di cui sono note le caratteristiche decorative grazie agli inventari di palazzo ancora esistenti. I prestiti del Museo del Tessuto sono quattro splendidi velluti, celebri esempi di produzione tessile italiana per arredo e abbigliamento, a cui si affianca un tessuto di manifattura ispano-moresca, caratterizzato da un disegno a formelle geometriche che si connette allo stile degli stucchi architettonici dell’Alhambra (Granada).

Facebooktwitterpinterest