MUSEO

Il Museo del Tessuto è il più grande centro culturale d’Italia dedicato alla valorizzazione dell’arte e della produzione tessile antica e contemporanea. Il Museo rappresenta la memoria storica e l'interfaccia culturale del distretto di Prato, che fin dal Medioevo si identifica con la produzione di tessuti e che oggi conta oltre 7000 aziende attive in questo settore.

Il Museo nasce nel 1975 all’interno dell’Istituto Tecnico Industriale tessile “Tullio Buzzi”, grazie ad una prima donazione di circa 600 antichi frammenti tessili, che si va ad aggiungere alle testimonianze raccolte negli anni dai professori della scuola per la consultazione e lo studio da parte degli studenti. Nel corso degli anni le collezioni hanno visto un notevole incremento grazie al contributo dell’Associazione Ex Allievi dell’Istituto Buzzi e di altre importanti istituzioni cittadine, come ad esempio il Comune di Prato, la Cariprato, l’Unione Industriale Pratese.

Nel 1997 il Museo viene collocato temporaneamente presso il Palazzo Comunale e in questo periodo nasce la collezione di tessuti contemporanei, che si accresce con le tendenze moda stagionali grazie al rapporto con l’associazione PratoTrade, una selezione di aziende tessili produttrici di tessuti per abbigliamento. Nel 2003 viene inaugurata la sede definitiva negli ambienti restaurati della ex fabbrica Campolmi, preziosa testimonianza di archeologia industriale situata all’interno delle mura trecentesche della città.
Dal 2012 il Museo ha ottenuto il riconoscimento della qualifica di "museo di rilevanza regionale" ai sensi degli artt. 20 e 21 della l.r. nr. 21 del 25 febbraio 2010.

Facebooktwitterpinterest