BLOG

MUSICA E INCONTRI SU TURANDOT

SETTEMBRE AL MUSEO DEL TESSUTO CON TANTI EVENTI LEGATI ALLA MOSTRA “TURANDOT E L’ORIENTE FANTASTICO DI PUCCINI, CHINI E CARAMBA”

Con l'arrivo di Settembre il Museo del Tessuto inaugura un ricco calendario di eventi collegati alla mostra “Turandot e l’Oriente fantastico di Puccini, Chini e Caramba”.

16.09 | MADAMA BUTTERFLY | RECITAL PER CANTO E PIANOFORTE

Si comincia giovedì 16 settembre alle ore 21.30 con “Madama Butterfly”, un recital per canto e pianoforte incentrato sulle arie più significative dell’omonima opera di Giacomo Puccini: Dovunque al mondo; Viene la sera; Un bel dì vedremo; Chiedo scusa; Che tua madre; Addio fiorito asil; Tu Tu piccolo iddio.
Il format è quello delle “Cartoline Pucciniane”, la fortunata rassegna ideata anni fa dalla Fondazione Giacomo Puccini di Lucca in collaborazione con il Teatro del Giglio di Lucca, che giunge per la prima volta al Museo del Tessuto in occasione della mostra.
Gli interpreti della serata sono: al pianoforte il maestro Massimo Morelli, Marina Gubareva (soprano) nel ruolo di Madama Butterfly; Tiziano Barontini (tenore) nel ruolo di Pinkerto; Ricardo Crampton (baritono) nel ruolo di Sharpless.
Biglietto di ingresso 12€, con prenotazione obbligatoria

Tel. 0574.611503 o mail a.sarti@museodeltessuto.it
Tel. 0574.1837859 o mail prenotazioni.museiprato@coopculture.it

21.09 | TURANDOT AL MUSEO DEL TESSUTO | CONFERENZA ONLINE

Si prosegue martedì 21 settembre con la prima delle due conferenze on line previste nel mese, “Turandot al Museo del Tessuto. Ricerche, nuovi documenti e scoperte sulla messa in scena dell’opera”.
La curatrice della mostra Daniela Degl’Innocenti si confronterà con Monica Zavattaro, curatrice del Sistema Museale di Ateneo dell’Università degli Studi di Firenze - sede di Antropologia e Etnologia, Rita Citterio, scenografo costumista presso Teatro alla Scala e Maria Pia Ferraris, archivista e conservatrice dell’Archivio Storico Ricordi sulle ricerche condotte in occasione della stesura del catalogo della mostra, che hanno portato alla scoperta di nuovi documenti che fanno ancora più luce sulla prima messa in scena di Turandot e sulle motivazioni che portarono Puccini a scegliere Chini come scenografo e Caramba come costumista.
La conferenza andrà on line alle 17.30 sui canali Facebook e Youtube del Museo del Tessuto.

23.09 | LA TRAMA DELL'ORIENTE FANTASTICO | SPETTACOLO LIRICO

La musica è di nuovo protagonista giovedì 23 settembre ore 21.30 grazie a “La trama dell’Oriente fantastico”, spettacolo lirico con due voci narranti dell’Associazione Perché Verdi Viva, da un'idea di Goffredo Gori.
Lo spettacolo nasce da una circostanza unica e irripetibile: il ritrovamento dei costumi e dei gioielli di scena della prima di Turandot appartenuti a Iva Pacetti, mitico soprano pratese di fama internazionale, e l’entusiasmo degli appassionati della lirica tradotto in un racconto intessuto di canto, musica, parole e immagini.
Interpreti: Giorgio Casciarri (tenore), Sara Cervasio (soprano), Carlo Morini (baritono)
Musica: M° Nicola Mottaran (pianoforte), M° Roberto Bonvissuto (clarinetto), M° Giovanni Piqué (clarinetto)
Voce narrante: Paolo Spennato, Antonio Bernardi
Proiezioni: Filippo Masi
Biglietto di ingresso 12€, con prenotazione obbligatoria
Per Info e Prenotazioni: a.sarti@museodeltessuto.it  o telefono 0574 611503

28.09 | ITALIANI ALLA CORTE DEL SIAM |CONFERENZA ONLINE

L’ultimo evento previsto per il mese di settembre è la conferenza on line di Paolo Piazzardi “Italiani alla Corte del Siam”, prevista per martedì 28 settembre. Addetto culturale in Giordania, Stati Uniti e Thailandia, Presidente della DanRENZA te Alighieri e vicepresidente del Rotary Club di Bangkok, Paolo Piazzardi ha pubblicato Italiani alla Corte del Siam, Lineamenti di architettura thailandese, Storia del Tempio di Buddha di Smeraldo ed altri scritti.
La conferenza, che sarà introdotta da un saluto dell’Ambasciatore d’Italia a Bangkok Lorenzo Galanti, illustra alcune vicende della storia dell’arte italiana poco conosciute ai più, ovvero i capolavori e le opere che ingegneri, architetti, pittori e decoratori italiani realizzarono a Bangkok su richiesta del Re del Siam per trasformarla in una magnifica capitale al passo con i tempi. Uno di questi fu proprio Galileo Chini, che soggiornò in Siam per tre anni (1911-1913) realizzando un capolavoro assoluto, la decorazione del Palazzo del Trono del Re Rama V.
La conferenza andrà on line alle 17.30 sui canali Facebook e Youtube del Museo del Tessuto.