EVENTI

INCONTRI SU AMORE, CULTURA E MODA | DEL DOMAN NON C’E’ CERTEZZA

DEL DOMAN NON C’E’ CERTEZZA | TRE INCONTRI SU AMORE, CULTURA E MODA NELLE CORTI DEL RINASCIMENTO

In occasione della mostra Drappi d’oro e di seta. Tessuti per le corti europee del Rinascimento  Museo del Tessuto e Società Filosofica Italiana, sezione di Prato organizzano tre incontri per parlare della cultura ma anche delle relazioni sentimentali nelle corti rinascimentali.

La grande fiamma. L’amore al tempo delle corti
Le grandi corti italiane del Rinascimento rappresentano il luogo più significativo del passaggio culturale dal Medioevo al futuro della modernità: in essa elementi filosofici come il neo-platonismo si legano alla costruzione di rapporti tra i sessi che saranno il ponte tra il paradigma dell’amor cortese e l’amore carnale. Esempio significativo di questa ambivalenza sarà la relazione tra Pietro Bembo e Lucrezia Borgia alla corte di Ferrara di cui si leggeranno i passi più significativi.
Giovedì 25 ottobre ore 21.00
Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Padrone del loro destino. Le donne e il mondo delle corti rinascimentali
La figura femminile acquista nel mondo delle corti rinascimentali un’importanza straordinaria sia sotto il profilo culturale e politico che di quello delle relazioni sentimentali e sessuali. Personaggi come Lucrezia Borgia o Isabella Gonzaga (la sua più acerrima nemica) o Caterina Cornaro regina di Cipro acquistano un’importanza geo-politica che travalica di molto le loro leggendarie doti amatorie. Isabella Gonzaga soprattutto spicca tra di esse.
Con le esibizioni del Gruppo Madrigalistico “Biagio Pesciolini”. Verranno eseguiti brani di Josquin Des Prez, Jacob Arcadelt, Philippe Verdelot, Orlando di Lasso, Cipriano de Rore, William Byrd, Thomas Tallis, Luca Marenzio, Claudio Monteverdi.
Letture di Stefania Stefanin, attrice e autrice di teatro.
Giovedì 22 novembre ore 21.00
Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Dall’amor cortese all’amore – passione
Se le relazioni tra i sessi all’epoca del massimo fulgore delle corti erano state improntate al neo-platonismo dell’amore cortese (con ampie concessioni all’amore carnale) il passaggio all’amore come passione avverrà nel Seicento con l’esplosione del fenomeno delle Lettere di una monaca portoghese. Dopo di esse, grazie allo strepitoso successo della Nuova Eloisa di Jean-Jacques Rousseau, l’amore conoscerà il trionfo sia dell’amore-passione in cui vengono privilegiati i sentimenti liberi dalle convenzioni morali che dell’amore-vanità in cui moda e condotta sociale avranno lo spazio maggiore.
Giovedì 24 gennaio 2019 ore 21.00
Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Per informazioni: tel. 0574 611503 info@museodeltessuto.it

In collaborazione con:


Facebooktwitterpinterest