Gli edifici, il territorio, le storie e la qualità della manifattura tessile pratese – culla dell’economia circolare – diventano un nuovo prodotto turistico. Un’esperienza che unisce visite a fabbriche in attività, archeologia industriale e territorio, con un calendario di laboratori creativi per bambini e famiglie, spettacoli ed eventi.

Si chiama TIPO – Turismo Industriale Prato”, il nuovo progetto turistico dell’area pratese che, accompagnato dallo slogan “Fabbriche raccontano storie”, punta ad attrarre il turismo nazionale ed internazionale: visite alle archeologie industriali ed al territorio nel quale la manifattura è nata e che quel territorio ha plasmato; visite alle fabbriche in attività alla scoperta delle eccellenze di prodotto e di processo produttivo basato sul riuso della materia prima e sull’economia circolare; laboratori creativi rivolti a bambini e famiglie; spettacoli ed eventi culturali che si terranno dentro stabilimenti in attività.

“TIPO – Turismo Industriale Prato” è promosso da Comune di Prato, Museo del Tessuto, Fondazione CDSE Centro di Documentazione Storico Etnografica; Comuni di Cantagallo, Carmignano, Poggio a Caiano, Montemurlo, Vaiano, Vernio; in collaborazione con ACTE (Associazione Comunità Tessili Europee), Visit Tuscany, Prato Turismo.

Ogni ultimo weekend del mese, per sei mesi, è possibile sperimentare i nuovi percorsi e le attività del turismo industriale.

Il ricco programma prevede:

  • Sabato: spettacoli in luoghi suggestivi della produzione tessile sia storici che contemporanei;
  • Domenica: itinerari nel territorio provinciale, alla scoperta del patrimonio di architettura industriale e di ex fabbriche rigenerate con progetti di innovazione urbana; inoltre, laboratori didattici per bambini nei musei aderenti al progetto – Museo del Tessuto, il Centro Pecci e il Mumat di Vernio – con attività legate ai temi del progetto.

Gli spettacoli in azienda del sabato possono essere prenotati sulla piattaforma TicketOne.
Per informazioni e prenotazioni delle attività delle domeniche (visite, itinerari e laboratori per famiglie nei musei), rivolgersi al numero tel. 0574.1837859 scrivendo a prenotazioni.museiprato@coopculture.it 

Acquista I Biglietti

Weekend 29-30 gennaio 

Sabato 29:

Visita alla fabbrica Picchi SPA seguita dal live di Elianto, musicista, cantautore, comico e autore di brani comici e satirici, speaker, copywriter e blogger. Potete sentire le sue improvvisazioni tutti i venerdì su Caterpillar, RaiRadio2.

Picchi Spa
Via Marcella Tempesti, 13
20:30 Visita | ore 21:15 concerto
Ingresso visita + concerto: 15 euro
Ingresso solo concerto: 18 euro

>> Acquista il biglietto

Domenica 30:

Tessuti e tesori nascosti. L’archeologia industriale fuori Porta Santa Trinita e l’archivio dei campionari dello storico Lanificio Lucchesi

Un tour alla scoperta dell’archeologia industriale della zona fuori Porta Santa Trinita, coinvolgendo gli antichi macelli pubblici, oggetto di un’importante riqualificazione architettonica e polo culturale di riferimento con l’esperienza di Officina Giovani, e il Lanificio Lucchesi nella sua sede ottocentesca addossata alle mura medievali tra Piazza dei Macelli e Via Carradori.

Tempo di percorrenza: 2 ore ca, difficoltà bassa, ritrovo Piazza Macelli a Prato.
Ore 10 e 11, posti limitati.
Costo di partecipazione: 10 € gratuito bambini fino a 10 anni
>> Acquista il biglietto
Per info: 0574.1837859 o prenotazioni.museiprato@coopculture.it

Dritto e rovescio. Laboratorio per famiglie con bambini 3-6 anni al Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci.
I bambini e le loro famiglie avranno a disposizione un kit personale con un “ordito” molto speciale e materiali con differenti caratteristiche tattili e colori per intrecciare la trama, come strisce di carta, di plastica, di stoffa… Un percorso per esercitare i sensi e coltivare fin da piccoli la creatività attraverso il fare.

Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci
Viale della Repubblica, 277
Ore 16-18. Posti limitati
Costo: 10 euro (bambino + accompagnatore)
>> Acquista il biglietto
Per info: 0574.1837859 o prenotazioni.museiprato@coopculture.it


Weekend 26-27 febbraio

Sabato 26:

Visita al Lanificio Luigi Ricceri seguita dallo spettacolo “Moriremo Cinesi? Dialogo in scena con l’imperatore Xi Jinpin” di e con Federico Rampini con le musiche di Roberta Giallo, produzione Elastica srl.

L’idea è quella di un contraddittorio immaginario, dove il presidente cinese espone il “teorema Xi”: le tante ragioni – antichissime e modernissime – per cui la Cina è superiore all’Occidente ed è destinata a guidare (dominare) il mondo. Federico Rampini, invece, osa intercalare le obiezioni di un italiano/americano legato ai suoi valori. Uno spettacolo “leggero”, dai toni divulgativi e ironici. I temi sono i 3.500 anni di storia cinese, che consentono a Xi di guardarci dall’alto in basso.

Lanificio Luigi Ricceri
Via Bologna 314, Prato
20:30 Visita | ore 21:15 concerto
Ingresso visita + concerto: 15 euro
Ingresso solo concerto: 18 euro

>> Acquista il biglietto

Domenica 27:

New old factories. Il patrimonio industriale verso la rigenerazione urbana: dal polo Campolmi al Macrolotto Zero passando per Corte Via Genova.

Il percorso avrà inizio nel luogo simbolo delle riqualificazioni di ex strutture produttive cittadine ovvero il polo Campolmi, fabbrica della cultura, che ospita oggi il Museo del Tessuto e la Biblioteca comunale Lazzerini. Uscendo dalle mura raggiungeremo la Corte Via Genova (ex lanificio Bini), oggi effervescente realtà artistica e sociale, oltre che produttiva, dove i vari stanzoncini ex artigianali sono stati trasformati in atelier artistici animati da mostre, kermesse e eventi musicali, in cui i linguaggi del contemporaneo dialogano con le architetture industriali. Costeggeremo infine l’area in via di riqualificazione della ex Anonima Calamai, tra i più grandi complessi industriali cittadini, per raggiungere uno dei quartieri simbolo delle criticità e della rinascita urbanistica e sociale di Prato: il Macrolotto Zero, con il nuovo progetto del Creative District che comprende la riconversione dell’ex Fabbrica Forti in Mercato Coperto e la futura Mediateca Culturale.

Tempo di percorrenza: 2 ore ca, difficoltà bassa, ritrovo presso il Museo Del Tessuto
Ore 10, posti limitati.
Costo di partecipazione: 10 € gratuito bambini fino a 10 anni
>> Acquista il biglietto
Per info: 0574.1837859 o prenotazioni.museiprato@coopculture.it

Refashion Kids. Laboratorio per famiglie con bambini 6-10 anni al Museo del Tessuto
Cerca nel tuo armadio una maglietta o un vestito che non usi più e portalo al Museo. Insieme gli daremo una nuova vita con carte termoadesive e stampe serigrafiche. Durante il laboratorio i partecipanti avranno modo di avvicinarsi al tema del riciclo e del recupero nel mondo della moda.

Museo Del Tessuto
Via Puccetti, 3
Ore 16:30-18:30. Posti limitati
Costo: 10 euro (bambino + accompagnatore)
>> Acquista il biglietto
Per info: 0574.1837859 o prenotazioni.museiprato@coopculture.it


Weekend 26-27 marzo

Sabato 26:

Visita al complesso industriale de La Cartaia di Vaiano seguita dal live di Fabio Celenza, noto per i suoi doppiaggi comico-nonsense di rock star internazionali con un effetto dirompente che lo ha consacrato a fenomeno della rete, portandolo a collaborare con importanti testate come Wired, Dmax, Colorado (Italia Uno) e Zelig. Da ottobre 2018 è collaboratore fisso di Propaganda Live (La 7) per i quali realizza un video alla settimana.

La Cartaia
Via della Cartaia 3, Vaiano
20:30 Visita | ore 21:15 concerto
Ingresso visita + concerto: 15 euro
Ingresso solo concerto: 18 euro

>> Acquista il biglietto

Domenica 27:

Archeologia industriale e comunità operaie in Val Bisenzio. Alle origini della grande industria tessile: il Museo delle macchine Tessili di Vernio, l’ex lanificio Romei di Cerbaia e il villaggio fabbrica Forti de La Briglia.

Il tour prevede lo spostamento in bus e avrà come prima tappa Vernio, nella struttura riqualificata dell’ex carbonizzo Meucci, oggi Museo delle Macchine Tessili. La visita sarà un tuffo nell’archeologia industriale, sia per quanto riguarda gli ambienti che per il percorso espositivo: macchinari e attrezzi tessili dalla metà dell’Ottocento grazie ai quali ripercorreremo tutta la filiera tessile del cardato. Scenderemo poi in località Carmignanello, dove visiteremo l’ex lanificio Romei, antico opificio appartenente ad una delle dinastie tessili pratesi, tra i primi industriali a introdurre la meccanizzazione delle lavorazioni. Bell’esempio di archeologia industriale, continua la tradizione tessile ospitando oggi la tintoria Artcolor (www.artcolortintoria.it). Concluderemo l’itinerario con la visita ad una realtà unica nel suo genere: il villaggio operaio de La Briglia, voluto dagli industriali ebrei Forti alla fine dell’Ottocento. Una città-fabbrica in stile manchesteriano creata in Val Bisenzio per rispondere in modo paternalista alle esigenze della seconda comunità operaia più numerosa del pratese.

Tempo di percorrenza: 3 ore ca, è previsto un bus per gli spostamenti, ritrovo Piazza Mazzini-La Briglia
Ore 10, posti limitati.
Costo di partecipazione: 10 € gratuito bambini fino a 10 anni
>> Acquista il biglietto
Per info: 0574.1837859 o prenotazioni.museiprato@coopculture.it

Ta-daaa!!! Fili, stoffe e magie. Laboratorio per famiglie con bambini 3-6 anni al museo Mumat di Vernio.
Un’attività per tutta la famiglia in cui potrai scoprire la storia del Mumat: un antico mulino in riva al fiume che si trasforma nel tempo, diventando fabbrica e infine museo. Esploreremo il mondo del tessile con osservazioni e racconti davanti ai macchinari. Daremo libero sfogo alla creatività in un laboratorio in cui si può sperimentare, toccare ed esprimersi: stoffe, fili, rocchetti, bottoni per creare storie di mondi possibili e inaspettati.

MUMAT – Museo delle Macchine Tessili
Via della Posta Vecchia, 1, Mercatale di Vernio
Ore 15:30-17:00. Posti limitati
Costo: 10 euro (bambino + accompagnatore)
>> Acquista il biglietto
Per info: 0574.1837859 o prenotazioni.museiprato@coopculture.it


Clicca qui per rivedere i weekend da settembre-ottobre 2021.

Segui Prato Turismo su Facebook e Instagram